L'Art du violon

Original title: L’Art du violon

Bibliographic reference: Jean- Baptiste Cartier, L'Art du violon ou Collection choisie dans les sonates des trois éecoles italienne, française et allemande, Paris, Decombe, n.d. (1799)

This bibliographic record touches on: .


Bibliographic reference of the text that was consulted for this card


Jean-Baptiste Cartie0r, L'Art du violon ou Collection choisie dans les sonates des trois éecoles italienne, française et allemande, Paris, Decombe, n.d. (1799)

Biographic notes:

Jean-Baptiste Cartier (1765 – 1841) fu un violinista e compositore francese. Figlio di un maestro di danza ebbe i suoi primi insegnamenti di violino ad Avignone e da lì si recò a Parigi nel 1783 per completare la sua formazione come strumentista con Viotti, che lo introdusse alla corte. Proprio sotto la raccomandazione dell’insegnante divenne accompagnatore della regina Maria Antonietta fino allo scoppio della Rivoluzione. Dal 1791 al 1812 fu membro dell’orchestra de l’Operà, e dal 1804 della banda privata di Napoleone diretta da Paisiello, dal 1815 al 1830 della banda reale. Successivamente venne nominato professore di violino presso il Conservatorio di Parigi dalla sua fondazione. Oltre la sua carriera musicale, fu un grande compositore e didatta. Come compositore scrisse prevalentemente sonate per violino, duetti, capricci, concerti e melodie varie. Come didatta compose L’art du violon ou Collection choisie dans les sonates des trois éecoles italienne, française et allemande.

Riferimenti bibliografici e sitografici

 


Vibrato

Assieme agli ornamenti, Cartier a pagina 7 e 8 descrive il Vibrato come Du tremblement Serré.